4 Consigli su come approcciare i social media

Magari i social media non sono la tua cosa preferita, ma tanti dei tuoi clienti sono là. Quindi ti conviene imparare come approcciare i social media.

How to approach a social media marketing plan

No, non tutti giocano su Facebook tutto il giorno, e no: non sei l’unico

I social media non sono la cosa preferita di tutti, ma probabilmente la maggior parte dei tuoi clienti sono là. Quindi, guardiamo quello che devi sapere, giusto per non farti rimanere completamente nell’oscurità quando approcci i social media.

Innanzitutto: il concetto dietro le piattaforme social media

Le piattaforme social media sono presentate come un luogo sicuro dove puoi condividere eventi, esperienze e notizie con i tuoi amici e cari.

La verità è che un sito web è considerato una piattaforma social media quando sono gli utenti a fornire i contenuti, e nulla di più.

Quindi no, niente amici, niente famiglia, niente momenti divertenti, e niente luogo sicuro.

Le piattaforme social media sono, in realtà delle piattaforme pubblicitarie, dove i marketer come noi pagano soldi per ficcare i nostri contenuti pubblicitari nelle facce degli utenti della piattaforma, che sono il vero prodotto dei social media.

Quindi se non sei li, non “capisci” Facebook o preferisci fare altre cose, va assolutamente benissimo!

Ma come disse Sun Tzu: Conosci il tuo nemico

Quindi siamo qui per dare un’occhiata ai social media come dei visitatori oggi. Gente che di solito non usa i social.

1. Social media è Sociale

Significa che devi considerare il tuo pubblico come esseri umani con cui stai avendo una conversazione sul tuo prodotto. Così come non andresti da qualcuno per strada per parlargli del tuo prodotto, allo stesso modo non puoi pretendere che questo comportamento risulti normale sui social media.

Consiglio: Crea delle comunità, costruisci relazioni e mostra interesse al tuo pubblico.

2. Social media è divertente

Almeno per la gente che ci sta sopra. Loro ci vanno per rilassarsi, pensare ad altro invece che ai problemi quotidiani e ai colleghi fastidiosi al lavoro. Ci vanno per passare il tempo durante tragitti sui mezzi o mentre non c’è nulla in TV.

Non puoi aspettarti che la gente voglia comprare un prodotto che vedono li, visto che non sono nell’ottica giusta. Si stanno rilassando, non stanno facendo shopping.

Consiglio: Educali del tuo brand, del tuo prodotto o del tuo servizio, ma non cercare di venderglielo fin da subito.

3. Social media marketing è link building in realtà

No, non riceverai “punti SEO” per tutti i link che incolli sulla tua pagina sui social media. Ma questa è ormai una battaglia persa. Quello che riceverai invece è una probabilità molto più alta che la gente venga a sapere di questo link perché l’hai messo li su. Aggiungi un budget di marketing a questo post e così hai un pubblico più ampio che conosce il tuo link.

Consiglio: Grafica e copy writing sono cruciali quando crei un post, quindi verifica che stai coprendo tutti questi aspetti e crea un post sexy su cui la gente vorrà cliccare e sapere cosa c’è dietro. Se hai bisogno di aiuto qui, guarda i miei post su come ottenere l’attenzione di un pubblico e sulla creazione di contenuti attraenti.

4. I social media vogliono i tuoi soldi

Alla fine della fiera è un business. Alcune delle piattaforme più avide stanno diventando pay-to-play, e non ti permettono di ottenere una gran visibilità se non paghi. Pianifica quindi, e metti da parte un budget pubblicitario per i post importanti che vuoi che la gente veda.

Consiglio: Imbroglia il sistema creando contenuti interessanti e crea dei bellissimi post che verranno condivisi organicamente dai tuoi seguaci di nicchia più appassionati.

Straconsiglio: Essere spiritoso aiuta a far condividere i tuoi post, quindi divertiti con i social media e cerca di rilassarti.

How to approach a social media marketing plan
Social media might not be your cup o’ tea, but, most probably, many of your clients are there, so you better gear up and learn how to approach social media.

Author: Shay Stibelman

Digital marketing consultant in Milan, Italy. Born in Israel, raised in Germany by Russian parents.

Leave a Reply