Come vendere le tue cavolate online

Troppi negozi online vendono cavolate. Troppi negozi scrausi cercano di vendere prodotti, ma carrelli vengono abbandonati e i marketer non capiscono il perché.

How to sell your crap online

Come ti permetti di chiamare i miei prodotti cavolate?

Non l’ho fatto io. L’hai fatto tu.

Io voglio soltanto spiegarti come vendere cavolate online, e come non venderle.

Eccoci di nuovo con soluzioni magiche a problemi comuni

Oh no, niente soluzioni magiche, solo errori comuni spiegati, in modo tale che tu li possa evitare. Senza libri costosi, conferenze care o la necessità di iscriversi alla mia newsletter. Che ne dici di questo strano modo di fare marketing?

Il problema principale oggi è che ci sono troppe agenzie e freelancer che fanno siti scrausi per gente che non ne capisce niente, e il risultato finale è una bruttissima esperienza online.

Siti non-mobile-friendly, lenti e scomodi stanno affogando il web e stanno rovinando ciò che potrebbe essere un’alternativa perfetta ai negozi fisici.

Vediamo, quindi, dove stanno i problemi:

Mobile unfriendly-ness

Questo è il colpevole principale. Andando online sui nostri cellulari cerchiamo informazioni e la vogliamo adesso. Google ha creato il termine Micro Momenti per definire al meglio quello che succede dentro la testa di un utente mentre sta accedendo a internet per un pezzo di informazione, un video veloce o un’acquisizione istantanea.

Se il tuo sito non è visibile su un telefono, sarà mollato e perderai talmente tante conversioni che ti farebbe piangere se sapessi quante.

La soluzione: Aggiusta il tuo mobile. Prova il servizio Mobile Friendly Test di Google e verifica se il tuo sito ha quello che serve per poter essere facilmente accessibile da uno schermo piccolino e un pollice gigante.

Autore: Shay Stibelman

Digital marketing consultant in Milan, Italy. Born in Israel, raised in Germany by Russian parents. I help small and medium businesses get their digital marketing game on point. Perfect their website, landing pages, funnel marketing and social media strategies, in order to increase ROI and optimize that ever elusive marketing budget.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.